Armento

Arrivo ad Armento, lungo la strada che corre sulla “fiumara” dalla SS598 “Fondo Valle Agri”, in un nuvoloso pomeriggio di fine estate. Questo piccolo comune nell’entroterra lucano di neanche 600 abitanti, a 710m sul livello del mare, è letteralmente “diviso in due”: da una parte l’Armento vecchia, quella pre-sisma del 1980, dall’altra, più in alto, l’Armento “nuova”. Inutile che sottolinei come la parte vecchia è decisamente più affascinante, anche se purtroppo in condizioni piuttosto disastrose. Vi vivono meno di 10 persone, che “resistono” dopo che l’amministrazione avrebbe definito “inagibile” gran parte delle abitazioni del borgo vecchio.

Dalla relativa pagina di Wikipedia, si apprende che il borgo ha origini greco-romane. Qua e la si intravedono ancora testimonianze del suo passato, seppur affogate in un antiestetico e ben più moderno cemento.

Armento si sviluppa sul costone sopra una fiumara che ha scavato una profondissima valle dalle pareti franose e scoscese, creando un incredibile paesaggio circostante: la strada per raggiungerlo, che collega la Val d’Agri alla Valle del Sinni, dove sorgono borghi come Guardia Perticara, regala scenari di straordinaria bellezza.

Siti di interesse

Altri luoghi da visitare

Questo articolo è stato visto 7 volte (Oggi 1 visite)

Hai imparato qualcosa di nuovo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.