Mercoledì – Alla scoperta della Laguna di Balos

Sulla spiaggia di Balos

L’indomani ci svegliamo di buon’ora per avventurarsi a Balos, una delle spiagge più belle di Creta ed anche tra le più difficili da raggiungere, almeno via terra. L’alternativa, come ci eravamo informati, era via nave per la “modica” cifra di 25€ a persona, per una sosta di sole 2 ore a Balos: decisamente NON conviene ! C’è anche la possibilità di andare in bus ma non abbiamo avuto modo di capire come fare e quanto costasse…

Decidiamo così di tentare la strada via terra, 7 km di strada sterrata non proprio in ottime condizioni, da affrontare piano piano e con molta attenzione. La zona è un parco naturale e l’ingresso è soggetto al pedaggio di 1€ a persona, da pagare poco dopo aver superato il delizioso villaggio di Kaliviani.

Alla fine della strada, molto stretta ed a strapiombo sulla scogliera sottostante, si arriva ad un ampio spiazzo con il fondo ancora più sconnesso della strada, dove lasciare l’auto (anche stavolta zero ombra) ed incamminarsi lungo un sentieri sassoso e totalmente assolato (non vi sono alberi nel raggio di km…) per poco più di 1 km. L’andata, oltre, è in discesa: la salita è decisamente più faticosa, ma comunque tranquillamente affrontabile. Chi proprio non dovesse farcela (pappemolli !!!) può usufruire del “Donkey Taxi”, ovvero salire sugli asinelli predisposti allo scopo.

Comunque, il panorama che si staglia davanti agli occhi percorrendo il sentiero ripaga ampiamente tutte le fatiche, i rischi e le paure: è magnifico ! In una insenatura naturale, sabbia bianchissima e colori da favola per una laguna che vi lascerà a bocca aperta…parola mia !

Arrivati in fondo, è possibile affittare –al costo di 6€ stabilito dal Comune di Kissamos– ombrellone e due lettini, dove godersi per tutta la giornata questo angolo di paradiso terreste: l’acqua nella laguna è bassissima e vi permette quasi di attraversarla senza bagnarsi il costume !

Per chi poi non dovesse amare troppo la sabbia, dopo aver ammirato lo spettacolo, può spostarsi un po’ più in su, lungo la scogliera, per trovare scogli e calette di sassi dove godersi il mare in intimità e relax.

Il lato negativo di tanta bellezza è che, ovviamente, viene presa d’assalto dal turismo di massa: mentre affrontare il percorso via terra non è alla portata di tutti, spendere 25€ per la barca lo è… e così si assiste all’approdo ed allo sbarco di centinaia di persone da queste navi (un vero e proprio “sbarco” !) che deturpano la magia del posto e la bellezza dell’ambiente naturale circostante.

Fortunatamente però la laguna è grande e così non si assiste a scene da “invasioni barbariche”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: