Conclusioni e qualche suggerimento per il vostro viaggio a Creta…

Creta è molto bella e con tantissime cose da vedere. Nei nostri 13 giorni di viaggio, abbiamo visto forse un decimo (ma anche meno) di tutto quello che ci sarebbe da vedere, soprattutto per quanto riguarda la costa meridionale ed orientale, sicuramente molto più belle della ormai sputtanata parte settentrionale (troppo turistico-commerciale).

Eviterei anche l’alta stagione, perlomeno la seconda metà di luglio ed agosto: il caldo può essere terribile così come il caos di turisti nei siti principali.

Per dormire non ci sono problemi: la strategia migliore, IMHO, è quella di farsi una lista di strutture su Booking (o simili) e recarsi direttamente lì, prima di prenotare, per verificare le condizioni della camera e provare a spuntare un prezzo migliore. Attenzione perché quello che in foto può essere un posto bellissimo, dal vivo può rivelarsi in un incubo o colossale fregatura ! Comunque non ci sono problemi poiché si trova da dormire praticamente ovunque a prezzi modici, a patto ovviamente di sapersi accontentare: gli appartamenti da 30-40 € sono quasi sempre puliti ma capita di trovarli anche non proprio in ottime condizioni. Inoltre in Grecia l’attenzione al “dettaglio” non è così marcata come da noi, pertanto potrebbe capitarvi appartamenti fantastici ma con il bagno che si allaga dopo ogni doccia per la mancanza della tendina… insomma, con low-budget bisogna sapersi accontentare. Generalmente in ogni appartamento c’è spazio cucina con fornelli elettrici, stoviglie, posate e frigorifero.

L’auto è fondamentale per poter visitare Creta con più tranquillità ed indipendenza: trovate noleggi ovunque, dalle blasonate Europcar/Hertz/Sixt a centinaia di piccole aziende familiari di paese, dove magari spuntare anche prezzi decisamente migliori. Personalmente me la sento di suggerire la CarRentalCrete (http://carrentalcrete.gr) con i quali mi sono trovato bene. Suggerisco vivamente di scegliere una assicurazione FULL-INSURANCE senza franchigia perché in certe situazioni può facilmente capitare di danneggiare lievemente l’auto.

Considerate, quando pianificate il viaggio, i tempi per gli spostamenti: ci può volere anche più 1 ora per solamente 30 km di strada ed anche la New National Road, la loro “autostrada”, è disseminata di autovelox con limite tra 70 e 90 km/h. Tanto per fare un esempio, da Chania ad Elafonissi abbiamo impiegato quasi due ore (e sono poco più di 40 km…) passando da Kissamos (non la strada costiera ma quella interna, più veloce).

Per quanto riguarda il cibo, trovate ovunque market più o meno grandi ed anche catene di supermercati come Carrefour o Lidl. Ovunque troverete frutta e verdura fresca a prezzi non sempre modici (il cocomero oscilla intorno agli 0,55-0,60€ al kg mentre il pomodoro parte da 0,8 fino anche a 2€ al kg). Idem per l’acqua. Per il pane e prodotti da forni suggerisco di fermarsi nei tanti panifici (bakery) che trovate in giro, dove potete anche acquistare biscotti e dolci prodotti artigianalmente, molto buoni e meno costosi dei prodotti commerciali. Il gelato è molto caro, soprattutto quello sfuso, che viene praticamente fatto con macchine italiane. Se avete voglia di un cono ad un prezzo accettabile, andate al supermarket e compratelo al prezzo di listino (i bar ed i chioschi per la strada spesso aumentano il prezzo). Altra cosa: i market (mini e super) sono aperti praticamente sempre, dalla mattina a notte fonda).

Se non volete stress, andare a mangiare fuori è veramente conveniente: con 10-12€ a persona mangiate abbondantemente e bene, a patto ovviamente di non scegliere portate di pesce, spesso congelato e molto molto costoso (anche 50€ al kg…). Tanto per rendervi un’idea, i souvlaki (spiedini) di pollo o di manzo oscillano intorno ai 7-8 € a porzione, la pita gyros intorno ai 2,5 €, il moussaka (una specie di parmigiana con patate e besciamella, molto gustosa) dai 7 ai 9 €, l’insalata greca (pomodoro, cetriolo, olive, origano/timo ed una fettina di feta) siamo intorno ai 4-5 €. Considerate che nei piatti è spesso già incluso anche un contorno di patate fritte, insalata o pomodori pertanto non è necessario ordinare anche il contorno: generalmente le porzioni sono più che abbondanti e sufficienti per sfamarsi. Al termine della cena, insieme al conto vi porteranno del cocomero e del raki, inclusi ovviamente nel prezzo.

Unica nota stonata per noi italiani è il caffè: se trovate un espresso, sarà molto caro (dai 2 ai 2,5 €) e “lungo”. Il mio suggerimento è di trovare spazio in valigia per la moka ed un pacco di caffè macinato, che per quanto mi riguarda non manca mai nei viaggi fuori dall’Italia.

La cucina greca in genere, ed a Creta nello specifico, è basata essenzialmente su carne di pollo, manzo e pecora, tanta verdura (pomodori, cetrioli, patate, melanzane, peperoni) , olio d’oliva, spezie (timo, basilico, origano, curcuma) e formaggi (feta, yogurt). Non sempre è una cucina molto leggera, in quanto le patate -praticamente ovunque- sono fritte ed anche la carne è bella saporita: se siete a dieta, meglio sospenderla !!!!

I dolci sono una nota dolente, almeno per i miei gusti: i tradizionali baklava, a base di miele e pasta sfoglia, sono molto pesanti. Usano moltissimo frutta secca, come noci e pistacchio, oltre a mandorle e sesamo (praticamente usato ovunque, dai dolci al pane). Assolutamente da provare lo yogurt greco (più acido e cremoso rispetto al nostro ma molto più saporito: sceglietene uno di produzione locale – es. quella a Sellia, vicino Plakias) con miele e noci: non potrete più farne a meno…

Tra i liquori non manca il “raki”, una specie di grappa più leggera e l’ouzo, tipo “sambuca”. La birra, abbastanza diffusa, è sia di importazione che greca (Alpha, Mithos, Fix), tutte lager chiare e leggere per pasteggiare.

La gente di Creta (ma i greci in generale) è sempre stata molto disponibile, accogliente e simpatica. Sono un popolo molto attaccato alla loro terra ed alle tradizioni, anche religiose, pertanto il modo migliore di approcciarvi a loro è con semplicità e gentilezza. Con gli italiani hanno una particolare simpatia, ripetendo il famoso detto “Italiani greci, una faccia una razza” e poi vi inviteranno a bere un bicchierino di raki con loro: guai a non accettare ! In genere comunque è tutto molto tranquillo e difficilmente avrete problemi. Inoltre tutti, o quasi, parlano inglese ed alcuni anche italiano.

Per i pagamenti considerate che praticamente nessuno, soprattutto fuori dai grandi centri, accetta bancomat o carte di credito: si trovano ATM nei grandi paesi e nelle città, oltre che nelle località turistiche. Dotatevi pertanto di una buona scorta di contante ed assicuratevi che il vostro Bancomat possa prelevare dal circuito estero MAESTRO o CIRRUS. Tutti, distributori di benzina compresi, vi rilasceranno regolare ricevuta.

Per concludere, andiamo al so(l)do…

Roma-Creta Herakion con easyJet (http://www.easyjet.com/it)  per 2 adulti, comprensivo di 2 valigie da 20 kg ed assicurazione (consigliata): 428,36 €

Auto a noleggio, Citroen C1, con CarRentalCrete (http://carrentalcrete.gr/) per 13 giorni full-insurance senza franchigia: 285 €

Parcheggio a Roma Fiumicino presso AltaQuota2 (http://parcheggioaltaquota2.com/) per 13 giorni: 36 €

Kissamos Kastelli, 3 notti presso Apartments Delfini: 130,5 €

Maleme, 3 notti presso SeaShell Apartments: 100 €

Plakias, 4 notti presso Horizon Beach Hotel: 160 €

Rethymno, 1 notte presso il Camping Elizabeth, nel bungalow: 30 €

Milatos Beach, 1 notte presso Socrates Apartments: 35 €

Km percorsi con l’auto: 1100 circa, per una spesa in benzina di 80 €

Cibo, regali, ingressi ed altre spese minute per circa 400 €

TOTALE: 1657,86 €

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: