Giorno 9: da Marina di Fellonica a Lido Conchiglia (Gallipoli)

Ripartiti dal Camping Villa Paradiso in direzione Gallipoli, decisi a raggiungere quella che viene definita “la Perla dello Ionio”, ci gustiamo la litoranea (che a tratti rientra nell’entroterra) e scopriamo svariati posti interessanti, come Torre Suda.

Tralascio volutamente considerazioni sui luoghi più blasonati, come le “Maldive del Salento” a Pescoluse, dove c’era talmente tanta gente che neppure si riusciva a vedere il mare !

Anche a Gallipoli, considerando il traffico e l’enorme numero di auto parcheggiate nella prossimità di Punta della Suina, decidiamo di procedere oltre e tentare Lido Conchiglie, a pochi km a nord (https://www.google.it/maps/@40.1119126,18.0091074,16z) Dopo qualche rallentamento dovuto al traffico, troviamo un bel parcheggio ombreggiato proprio vicino al centro, a 4€ giornaliere con tanto di Ausiliario del Traffico a “far la guardia” fino alle 01:00 di notte (orario di fine tariffazione).

La spiaggia, neanche a dirlo, era gremita di bagnanti: credo di non aver mai visto, in vita mia, così tanta gente in un singolo metro quadrato di sabbia ! Tuttavia anche la presenza di Margot non ha destato che qualche sguardo incuriosito o sorpreso, ma nessuna reazione così che ci siamo potuti “rilassare” qualche ora, prima di seguire il consiglio dato da alcuni abitanti del luogo ed assaggiare le deliziose polpettine di polpo e la fragrante frittura di calamari e gamberi di Scapricciatiello, un popolare locale di pesce proprio sul lungomare.

Nota di colore, in questo lido si trova il “Distaccamento Straordinario Balneare del 61° Stormo dell’Aeronautica Italiana“, praticamente uno stabilimento balneare ad uso e consumo dei militari e dei loro familiari…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: