Espulsione sen. Gambaro – Decisione sofferta ma ho votato SI

“Hic sunt leones”

Oggi ho ricevuto la mail dallo Staff del MoVimento 5 Stelle che mi invitava ad esprimermi sull’espulsione della senatrice Adele Gambaro a seguito della sua intervista a Sky (Adele Gambaro su Sky):

Caro elettore a 5 Stelle,
 
 la senatrice Adele Gambaro ha rilasciato dichiarazioni lesive per il MoVimento 5 Stelle senza nessun coordinamento con i gruppi parlamentari e danneggiando l'immagine del M5S con valutazioni del tutto personali e non corrispondenti al vero.
 
 Per questo i gruppi parlamentari riuniti del M5S Camera e Senato ai sensi del Codice di Comportamento, hanno deliberato a maggioranza di proporre l'espulsione dal gruppo parlamentare del Senato di Adele Gambaro.
In occasione delle Parlamentarie, Adele Gambaro aveva promesso che nel caso di disaccordo con la linea del M5S, avrebbe dato le sue dimissioni dal Parlamento, cosa non avvenuta. L'espulsione della Gambaro va ora ratificata dagli iscritti al portale al 31 dicembre 2012 con documento digitalizzato.

Gli utenti abilitati possono votare qui durante la giornata di oggi 19 giugno 2013 dalle 11 alle 17. 
 
Lo staff di Beppe Grillo

Non è stata una decisione facile. Ho riguardato questa intervista almeno 5 volte prima di decidere ed ho pensato alle conseguenze della mia scelta. Alla fine, con sofferenza, ho votato SI.

Ho votato SI perché le parole della Sen. Gambaro, anche se in parte condivisibili, non potevano essere dette così, semplicemente, davanti a milioni di telespettatori, senza prima una riflessione condivisa con il gruppo. Se è stato solo “uno sfogo” (comprendere la condizione di forte stress psicologico a cui si è sottoposti) non posso comunque accettare una mancanza di rispetto e riconoscenza nei confronti del MoVimento 5 Stelle: azioni di questo tipo sono denigratorie non solo per Beppe Grillo -capace di difendersi da solo- ma per l’intero gruppo di persone che rappresenta il MoVimento, sia in Parlamento che sul territorio italiano, me compreso.

Sono convito che se avesse parlato delle sue perplessità, dei suoi dubbi, con gli altri del gruppo (come è successo anche a me, durante la campagna elettorale appena trascorsa…) sicuramente le questioni da lei sollevate sarebbero state affrontate in  modo diverso e produttivo, invece di finire come uno scontro tra “lealisti” e “ribelli” (invenzione puramente giornalistica). Che pena, a tal proposito, anche per l’onorevole Pinna a LA7 (http://www.youtube.com/watch?v=L9CvIBJp8yY): possibile che ci sia così tanta ingenuità nei nostri parlamentari ?

E’ stata una delusione, l’ennesima e forse non sarà l’ultima, e mi spiace per la Sen. Gambaro: per quanto mi riguarda, può tornare a fare la cittadina.

(Visitato in totale 1 volte, oggi 1 visite)
6 comments
  1. Michele, ho fatto esattamente come te e la penso esattamente nello stesso modo. In sofferenza ma anche io ho votato SI all’espulsione.
    La democrazia non è permettere a tutti di “fare quello che gli pare”, nella fattispecie parlare a nome del M5S senza averne avuto l’autorizzazione, quella si chiama anarchia. In democrazia prima di tutto si stabiliscono le regole e poi si compie la democrazia rispettandole.
    Saluti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.