Gustarsi un buon gelato senza latte a Siena

I miei affezionati lettori potranno sorridere ad un articolo del genere: non parlo di politica, non è un articolo tecnico e neppure di cucina. Non ci sono foto, escluse quelle dei coni gelato, pertano non è neppure un articolo di fotografia.

Parlo di gelato. Un tema che, per coloro che sono golosi ma intolleranti al lattosio, è spesso “doloroso”: cedere, al costo di dolorose coliche, o resistere alla tentazione ?

Fondente e Limone da SuperPanna
Fondente e Limone da SuperPanna

Diceva Oscar Wilde che “L’unico modo per resistere alle tentazioni, è cedervi“: e allora -forza !- cediamo alla tentazione e gustiamoci, anche a Siena, un ottimo gelato senza latte ! I puristi lo chiameranno “sorbetto” ma, al di là della definizione tecnica, è comunque uno spuntino goloso e molto più leggero e digeribile del tradizionale gelato al latte.

Nei miei “pellegrinaggi” cittadini alla ricerca del gelato più buono ho avuto modo di sperimentare molte delle gelaterie presenti nel centro storico di Siena, facendo anche una valutazione sul rapporto qualità/prezzo e sulla varietà dei gusti milk-free disponibili.

Adesso, dopo essermi gustato l’ennesimo cono, passiamo alla mia personalissima classifica.

Cono al Limone da Kopakabana
Cono al Limone da Kopakabana

Pur rischiando di attirarmi le ire degli altri, il mio gelato preferito è quello di SuperPanna, in Via Banchi di Sotto 24, a pochi passi da Piazza del Campo, dove hanno il cioccolato fondente -sempre a mio avviso- più cremoso della città. A seguire, l’ottimo gelato della Gelateria Kopacabana, in Via dei Rossi 52-54, dove peraltro hanno anche gusti come il cioccoriso (fatto con latte di riso) oltre ai consueti gusti frutta e cioccolato fondente. Buono, anche se un po’ caro (2,5€ il cono piccolo), anche il “fondente” del Caribia, in Via Rinaldini 13 (Chiasso Largo).

Cono fondente ed arancia da Caribia
Cono fondente ed arancia da Caribia

Qualcuno adesso penserà “…e Grom ?“. Beh, anche il gelato di Grom mi piace (anche se 2,5€ per il cono piccolo) ed apprezzo le scaglie di cioccolato dentro il loro fondente, che scrocchiano sotto i denti, ma ho sempre creduto più importante privilegiare le piccole realtà locali. In particolare, vado da Grom quando non vi sono altre gelaterie aperte nelle fredde giornate invernali (il gelato lo apprezzo tutto l’anno, non solo d’estate !).

E’ buono anche il fondente del bar-gelateria in Piazza del Campo, sotto Palazzo Berlingieri all’angolo del Casato di Sotto, del quale apprezzo praticolarmene la consistenza e la rotondità del gusto.

Concludendo questo goloso articolo, premetto che sono totalmente a disposizione ad assaggiare i gelati delle altre gelaterie di Siena per integrare nel modo più completo ed oggettivo questa personale rassegna 🙂

P.S. Ho trovato un’altra interessante rassegna delle gelaterie di Siena sul blog “La Finestra di Stefania”

(Visitato in totale 1 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.