In gita studentesca: “In moschea no, abbiamo paura”

Non è uno scherzo. Un gruppo di studenti in gita scolastica, dove era prevista anche la visita ad una Moschea, si sono rifiutati di entrare perché “hanno paura” (fonte).

E’ sconcertante la percezione diffusa in merito all’Islam. Molti si immaginano i musulmani come persone che picchiano le loro mogli, che segregano le figlie in casa, che bruciano la Bibbia e via dicendo. Insomma, come se ogni musulmano fosse un pazzo integralista.

In Italia l’integrazione culturale (e religiosa) non ha mai funzionato, anche a causa della pessima informazione mediatica e dell’inesistente “storia delle religioni” che dovrebbe essere insegnata nelle scuole pubbliche (al posto del “catechismo”).

Personalmente ho avuto modo, durante un viaggio a Istanbul, di conoscere una famiglia musulmana (ne ho parlato nel mio racconto di viaggio) e, invitato dal marito, sono andato con lui in moschea a pregare. Molti sgraneranno gli occhi, immaginandosi un occidentale dentro una moschea, in mezzo ai turchi ! Beh, io mi auguro che una esperienza simile capiti anche a voi: non solo sono stati tutti molto tranquilli ma anche gentilissimi, invitandomi loro stessi a prendere parte alla funzione e dimostrandosi molto accoglienti nei confronti di uno straniero.

Anche se non sono credente (mi definisco agnostico) ho vissuto una bellissima esperienza che mi ha fatto capire quanto molte delle nostre idee (o percezioni) siano in realtà indotte da una comunicazione sbagliata e modellata ad arte, anche per poter alimentare quel fuoco del terrore che rende le masse più facilmente manipolabili.

Aprite gli occhi: scoprirete un mondo molto più bello di quello che credete !

(Visitato in totale 1 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.