La mappa del Coronavirus

“Dico che il mondo non è così grande come lo pretende la gente”
Cristoforo Colombo

Nel grande marasma di notizie più o meno fasulle, il progetto del Center for Systems Science and Engineering della Johns Hopkins University sulla mappatura in tempo reale della diffusione del 2019-nCov “Coronavirus” è forse la fonte più utile per capire la portata del contagio.

Il progetto “An interactive web-based dashboard to track COVID-19 in real time” nasce proprio con l’obiettivo di “visualize and track reported cases in real-time.“, offrendo una panoramica mondiale sulle segnalazioni di contagio.

La compilazione della mappa avviene con la consultazione di svariate fonti, tra cui il portale DXY, an online platform run by members of the Chinese medical community, e “China CDC (CCDC), Hong Kong Department of Health, Macau Government, Taiwan CDC, European CDC (ECDC), the World Health Organization (WHO), as well as city and state level health authorities.

Credo che questa iniziativa, oltre scopi scientifici per cui è nata, rappresenti un magnifico esempio di come la tecnologia –in questo caso la mappatura GIS unita alle potenzialità del Web e della georeferenziazione– possa soddisfare il bisogno di conoscenza della società e smascherare efficacemente tante “fake news” (o presunte tali) che purtroppo si stanno diffondendo senza freni.

Senza inutili fronzoli, la mappa mostra una heatmap del contagio, l’elenco dei casi suddivisi per Paese, il numero dei decessi e dei ricoverati con relativo elenco e posizione.

A corredo, anche alcuni grafici sull’andamento temporale della diffusione.

La mappa è disponibile a questo link: https://gisanddata.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/bda7594740fd40299423467b48e9ecf6

(Visitato in totale 135 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.