Da grande voglio fare il Pirata

“Quanti di noi hanno sognato da piccoli di imbarcarsi su una
nave di pirati per esplorare il mondo in libertà?

Sulla scheda che vi verrà data alle prossime Elezioni Europee del 26 Maggio 2019 troverete anche un simbolo arancione con una grande vela a forma di “P”.

Simbolo del Partito Pirata sulla scheda elettorale delle Elezioni Europee 2019

E’ il simbolo del Partito Pirata, forza politica internazionale (siamo presenti anche in Spagna, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Svezia, Slovenia e Grecia) che fa del Diritto alla Conoscenza il suo principale caposaldo: si rivolge a chi ha consapevolezza del ruolo vitale del sapere e non ammette che le semplificazioni grossolane dei nuovi movimenti nazionalisti e totalitari possano modellare il futuro dell’Europa. Libera condivisione, trasparenza e innovazione sono la base per il benessere della società che vogliamo.

Il nostro programma elettorale Europeo, chiamato CEEP (“Common European Election Program“) lo trovate a questa pagina web: https://www.partito-pirata.it/ceep19 e spazia dalla nostra visione dell’Agricoltura alle esplorazioni spaziali. Un ampio capitolo è dedicato ai diritti umani nell’Era digitale, in particolare al diritto di ognuno di noi a tutelare la propria privacy.

Insieme al diritto alla riparazione (“Right to Repair”, di cui ho parlato in un post su questo blog qualche mese addietro) e al diritto di poter accedere liberamente alla conoscenza sviluppata grazie ai soldi pubblici, il diritto alla privacy è uno dei punti a cui tengo maggiormente: ogni società che si definisca civile deve garantire ai propri cittadini degli spazi di inviolabilità, anche nel mondo digitale, così come proteggere i dati che li riguardano da utilizzi non espressamente autorizzati.

Ho aderito convintamente al Partito Pirata, soprattutto perché lo ritengo l’unica possibile via di fuga, l’exit-strategy, alla pericolosa involuzione populista e xenofoba che sta affrontando il nostro Paese e l’Europa intera. Dopo l’enorme delusione vissuta con il MoVimento 5 Stelle, in cui non mi riconosco più da tempo, le prossime Elezioni Europee saranno l’occasione per tornare a votare una forza politica con una visione chiara e liberale del mondo moderno.

Da grande voglio fare il Pirata.

Adesso che sono grande, voglio fare il Pirata.

(Visitato in totale 69 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.