In Camper a Siena

Attenzione ! Questo articolo è stato scritto più di due anni fa. Ti prego quindi di considerare che le informazioni riportate potrebbero non essere aggiornate o non più valide.

Siena è indubbiamente una delle città più belle d’Italia (se non proprio del Mondo) ed una delle mete più affascinanti ed ambite, vuoi per la bellezza del suo centro storico medievale patrimonio UNESCO che per la sua vivibilità e godibilità. Bellissimi anche i suoi dintorni, unici al mondo, come il Chianti, la Val d’Arbia e le sue “Crete”, la Val d’Orcia, Montalcino ed il suo brunello, la Val di Merse con i suoi ambienti naturali ed inesplorati.

Tuttavia, a dispetto della sua condizione di “fama turistica”, Siena pecca sul lato dell’ospitalità per il turismo itinerante, soprattutto per i Camper. Male comune a quasi tutta Italia, sicuramente, sia a causa di sindaci ed amministrazioni locali un po’ troppo zelanti (ordinanze di divieto di sosta illegittime) che la miopia di non riuscire a vedere in questo settore una interessante opportunità di sviluppo.

Ancora oggi, purtroppo, molte amministrazioni comunali vedono nel turismo itinerante solo un “fastidio” perché, secondo loro, “non spendono per dormire e non spendono per mangiare“, pertanto “non contribuiscono all’economia cittadina ma ne sfruttano i servizi“: inutile dire che si sbagliano di grosso. Chi viaggia in camper, infatti, si sposta lentamente. Ama assaporare i luoghi, goderne i paesaggi, la vita, i gusti. Va a fare la spesa con prodotti tipici, mangia nei ristoranti i piatti locali e fa tutti gli acquisti di tutti gli altri turisti. Certo, magari non spende per l’albergo ma comunque deve fare il pieno di carburante. Insomma, non è affatto vera la “leggenda metropolitana” che i camperisti non contribuiscono all’economia del territorio !

Purtroppo anche a Siena gli Amministratori locali non sembrano avere particolare attenzione al turismo itinerante, relegando i camperisti in zone periferiche o decisamente scomode come il Parcheggio de “Il Fagiolone”, in mezzo a due direttrici di traffico.

Come consigliere comunale, nonchè sporadico camperista, ho sentito il dovere di sollecitare l’Amministrazione ad avere maggiore attenzione su questo tema. Il mio primo passo è stato una interrogazione “in merito alle strutture comunali attrezzate per il carico/scarico e la sosta dei caravans ed autocaravans, oltre a chiarimenti sulla presenza di segnaletica stradale di divieto indirizzata esclusivamente a tali mezzi” (cliccando sul link potete leggere sia il testo che la risposta dell’Assessore) che ha permesso di evidenziare i luoghi predisposti alla sosta dei Camper nel Comune di Siena:

  1. Il Campeggio di Colleverde (Sito web della struttura: sienacamping.com), a un costo di 8 euro al giorno in bassa stagione per il caravans e di 13,50 euro al giorno per la roulotte; nell’alta stagione il caravans paga 9 euro al giorno e il camper 15 euro al giorno. Chi va al campeggio paga anche la tassa di soggiorno. A questo dobbiamo aggiungere le quote individuali di occupazione: 9,50 euro al giorno per gli adulti. Il campeggio è situato in una zona periferica della città ed è necessario prendere i mezzi pubblici per raggiungere il centro storico;
  2. Parcheggio del Palasport (Gestione SienaParcheggi – sienaparcheggi.com/it/1018/Camper.htm) in via Achille Sclavo, presidiato, al costo di 20 euro al giorno. Sono disponibili 35 posti e previsti vari servizi, come l’acqua e l’energia elettrica, oltre allo scarico in fognatura nera. Piuttosto lontano dal centro storico, a circa 500mt c’è il centro commerciale “Porta Siena” e la Stazione FFSS;
  3.  Il “Fagiolone” (Gestione SienaParcheggi – sienaparcheggi.com/it/1018/Camper.htm) in Strada di Pescaia, a 20 euro al giorno per 60 posti disponibili con acqua, energia elettrica e scarico acque nere. Da qui si può raggiungere anche a piedi (circa 1 km) il centro storico passando da Via Esterna di Fontebranda;
  4. Parcheggio libero di fronte agli impianti sportivi dell’Acquacalda, per circa 10 posti disponibili senza servizi: a poche centinaia di metri dallo svincolo con il raccordo autostradale SI-FI uscita “Acquacalda”. Piuttosto lontano dal centro storico, a circa 500mt c’è una piccola zona commerciale con supermercato, bar e edicola;
  5. Parcheggio libero a valle della Strada dei Tufi, incrocio Massetana Romana, per 60 posti disponibili senza servizi. Da qui è possibile prendere il minibus cittadino “Pollicino” per raggiungere il centro storico comodamente. A circa 100mt c’è il Bar del B&B “Fonte dei Tufi”;

Inoltre vi sono anche altre aree più o meno vicine al centro che ho preferito indicare in questa mappa di Google:

A questo punto, oltre ad essere a vostra disposizione per eventuali domande o feedback, non mi resta che invitarvi nella mia bellissima città: Siena.

 

Michele Pinassi

Nato a Siena nel 1978, dopo aver conseguito il diploma in "Elettronica e Telecomunicazioni" e la laurea in "Storia, Tradizione e Innovazione", attualmente è Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena ed esperto di sicurezza informatica nello staff del DPO. Utilizza quasi esclusivamente software libero.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: