Corsetta di Santo Stefano

Dopo il grasso Natale, compice una bella giornata di sole e temperature miti, ci voleva proprio una bella corsetta !

Esco di casa e prendo subito un bel passo tranquillo ma regolare. Mi dirigo verso il Padule, lungo la strada comunale che collega San Rocco alla strada di Rosia.

Sono da solo, in mezzo al silenzio ed alla natura. Me la godo proprio ! Il cielo, intanto, si è rannuvolato e l’aria un pò raffrescata. Un antipatico venticello freddo cerca di ostacolarmi ma non mollo, deciso a completare tutto il giro che mi riporterà, passando da Ampugnano, a casa.

Intanto il Garmin al polso beeppa ad ogni km: “no, non voglio vedere, non ci pensare: corri !” ed i piedi si alternano veloci sul freddo asfalto della statale, mentre le auto mi sfrecciano accanto.

E corro.

Con il cappello di lana intriso di sudore, ansimo mentre mi arrampico per l’ultima lunga salita verso San Rocco. “Dai, devi farcela ! Manca poco ormai”, mentre un beep ! mi segnala il passaggio all’ennesimo km.

San Rocco, sono arrivato. Poche centinaia di metri a casa, le gambe ormai conoscono la strada.

Scopro la manica al polso sinistro, giro il Garmin: 1h e 28m per un totale di 14.8Km.

(Visitato in totale 15 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.