OpenMunicipio: cosa fanno in Comune ?

Attenzione ! Questo articolo è stato scritto più di due anni fa. Ti prego quindi di considerare che le informazioni riportate potrebbero non essere aggiornate o non più valide.

Quante volte, magari parlando con gli amici, si sente dire “tanto quelli in Comune non fanno niente” ?

La trasparenza delle amministrazioni, da quelle comunali alle nazionali, è un problema molto sentito dai cittadini, che troppo spesso lamentano di non sapere e non conoscere quanto viene deciso o fatto all’interno delle varie istituzioni.

openmunicipio_2

I costi

La rete, Internet, è sicuramente un valido strumento per migliorare la pubblicità degli atti e delle decisioni prese dalla pubblica amministrazione: già in passato ho parlato, sempre in questo blog, di OpenBilanci (che raccoglie e analizza i dati di bilancio degli Enti) e di OpenCoesione, che riporta tutte le destinazioni dei fondi europei e regionali.

Oggi vi parlo di uno strumento più interessante, che già esiste e funziona per il Parlamento Italiano, e che può essere adottato anche dalle singole amministrazioni comunali: OpenMunicipio.

Open municipio è una piattaforma web che usa i dati politico-amministrativi ufficiali dei comuni affiliati per offrire alla cittadinanza servizi di informazione, monitoraggio e partecipazione attiva alla vita della propria città. Le informazioni sulle attività di sindaco, giunta e consiglio sono aggiornate in tempo reale e i cittadini possono partecipare ai lavori, documentandosi e interagendo con gli strumenti di relazione del sito e con i media sociali di internet. Così, sapere cosa accade nel proprio comune e seguirne con tempestività le iniziative e gli sviluppi, diventa qualcosa di semplice, immediato e alla portata di tutti.

Dettaglio di un Atto

Dettaglio di un Atto

La prima città ad adottare questo strumento è stata Udine nel 2013 (udine2013.openmunicipio.it), seguita poi da Senigallia (senigallia.openmunicipio.it), che sta adottando la piattaforma proprio in questi giorni.

Forse vi chiederete per quali motivi questo strumento è stato adottato, al momento, solo da due amministrazioni: probabilmente a causa dei costi dovuti all’installazione e mantenimento, a cui vanno ad aggiungersi i requisiti tecnici per l’implementazione del servizio, hanno scoraggiato molte amministrazioni.

Del resto, come si può leggere anche nella scheda tecnica disponibile sul sito, si richiede una certa “dedizione” dell’Amministrazione nell’inviare i dati relativi agli atti depositati, l’esito della discussione e del voto.

In dettaglio, su OpenMunicipio si può vedere:

I Cittadini

I Cittadini

  • gli ultimi atti presentati
  • le statistiche di presenza/assenza dei consiglieri
  • le votazioni in Consiglio Comunale per ogni singolo consigliere
  • la classifica dei consiglieri più attivi nella presentazione degli atti
  • gli argomenti discussi
  • gli atti più importanti (in evidenza) e gli esiti dei procedimenti di voto

oltre che tutta una serie di servizi per il cittadino registrato (gratuitamente) al portale:

  • monitorare e seguire l’attività dei consiglieri
  • aggiungere commenti agli atti
  • esprimere la propria opinione sui singoli atti

Di tutto ciò è disponibile, gratuitamente, anche il codice sorgente, scaricabile via GitHub da https://github.com/openpolis/open_municipio e che, basato su framework DJango, può essere installato in totale autonomia anche dai CED delle singole amministrazioni, con costi decisamente ridotti.

Michele Pinassi

Nato a Siena nel 1978, dopo aver conseguito il diploma in "Elettronica e Telecomunicazioni" e la laurea in "Storia, Tradizione e Innovazione", attualmente è Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena ed esperto di sicurezza informatica nello staff del DPO. Utilizza quasi esclusivamente software libero.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: