Quell’esercito di immigrati di cui non se ne può fare a meno ma che nessuno vuole

E’ passata in questi giorni la legge che attualizza il Reato di Clandestinità. Anche se su alcuni articoli posso essere d’accordo, come, ad esempio, il reato di “Impiego di minori nell’accattonaggio” o il gettare rifiuti dai finestrini delle auto, su altre cose, tra cui proprio il concetto di clandestinità, sono assolutamente in disaccordo.

Sono norme al limite della follia e ce ne accorgiamo quando, dopo che è passata la legge, si corre subito ai ripari con nuove norme come la regolarizzazione delle decine di migliaia di colf e badanti che accudiscono i nostri nonni e genitori.

Spesso si sente dire: gli immigrati ci rubano il lavoro ! Ci rubano la casa ! Hanno più diritti loro di noi !

Non sono gli immigrati a decidere le graduatorie, non sono gli immigrati a decidere quali sono i loro diritti, non sono gli immigrati a dettare le regole del lavoro.

Se un costruttore edile ha davanti un ragazzo toscano ed un ragazzo albanese, state sicuri che prenderà l’albanese. Ma non perchè è più “simpatico” ma perchè puàò permetteresi di pagarlo meno, negarli alcuni diritti fondamentali (come la sicurezza sul lavoro) e, se per disgrazia cade, può anche permettersi di abbandonarlo in mezzo alla strada. Quanti italiani vorrebbero vedere il proprio figlio così ? Credo nessuno. Anzi, diciamola pure tutta, oggi giorno sembra che se uno non lavora in banca a 3000€ al mese è un povero sfortunato e fallito. E poi ce la prendiamo con i senegalesi che, sotto il sole della Puglia, raccolgono pomodori a 20€ al giorno (se và bene) o, rinchiusi nelle serre a 40°, raccolgono le fragole che poi ci mangiamo la sera, dopo cena, sul gelato. Questa è la realtà dei fatti. La colpa dello stato dell’Italia non è degli immigrati: è di chi ci governa.

Quando guardate in TV quei barconi di disperati e gridate “tornatevene a casa !” pensate alla badante ucraina che pulisce il culo a Vs padre/nonno mentre voi siete al ristorante con la moglie e figli. Pensate al senegalese che raccoglie i pomodori con cui condite la pastasciutta o alle fragole che mettete sul gelato. Pensate al marocchino che vende l’erba ai compagni di scuola di vostro figlio. Pensate all’egiziano da cui andate, tanto volentieri, a mangiarvi un kebab.

Non è questione di carità cristiana (io che sono pure agnostico) ma di semplice rispetto per la vita e la dignità umana.

(Visitato in totale 10 volte, oggi 1 visite)
1 comment
  1. Sono fantastici ! Da http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/ddl-sicurezza-8/solo-badanti/solo-badanti.html:
    “Badanti indispensabili, colf molto meno”. Se è opportuna una soluzione rapida ed efficace, il ministro della Difesa suggerisce di intervenire subito sulle bandanti: loro sono indispensabili per gli anziani e gli handicappati. Le colf molto meno. “Le badanti – spiega La Russa – sono quelle che hanno già in corso unrapporto, anche se in nero, e che sono utili per anziani e persone portatrici di handicap”. E le colf?, gli domandano i cronisti. “Per le colf – spiega il ministro – non c’è urgenza. Vedremo cosa fare, ma per loro non credo che sia possibile una regolarizzazione… D’altronde, contro di loro, di certo nessuno si metterà a fare la caccia”

    Classica soluzione italiota.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.