L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente arriva a Siena

Alla fine, almeno a quanto risulta dalle notizie diffuse dalla stampa locale, anche a Siena arriva l’ANPRAnagrafe Nazionale della Popolazione Residente -, l’iniziativa sviluppata in seno all’AgIDAgenzia per l’Italia Digitale – che, diretta fino a qualche mese fa dall’ex AD di Amazon, Piacentini, aveva l’onere di traghettare il nostro Paese digitalmente un po’ più in la…

ANPR è un sistema integrato che consente ai Comuni di svolgere i servizi anagrafici e di consultare o estrarre dati, monitorare le attività, effettuare statistiche, e diventa un punto di riferimento unico per l’intera Pubblica amministrazione e per tutti coloro che sono interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi.

ANPR – Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente

Iniziativa sicuramente lodevole, già contenuta nel CAD all’Art. 62, che però sembra avere qualche difficoltà nel decollare: a quanto si apprende dai dati disponibili, al 10 gennaio 2018 hanno completato il subentro 41 Comuni per una popolazione residente di 1.035.030 persone. Sono attualmente in fase di pre-subentro 989 Comuni, su un totale di oltre 8000 e circa 60 milioni di abitanti.

Tra l’altro, l’ANPR è una iniziativa che permette, incrociando i dati toponomastici, di concretizzare l’ANNCSU (Anagrafe Nazionale dei Numeri Civici e delle Strade Urbane) e la relativa riforma del sistema catastale.

Chiaramente su una tale iniziativa ci sono forti aspettative, soprattutto per alleggerire l’enorme burocrazia italiana e la continua richiesta, da parte delle PA, di dati di cui dovrebbe già essere in possesso per qualunque tipo di richiesta.

Un database unico, centralizzato, che riunisca i dati anagrafici di tutta la popolazione residente nel nostro Paese è un passaggio importante per la semplificazione burocratica a carico dei cittadini, tanto che il Governo ha sostenuto ed incentivato tale migrazione anche con bandi ad-hoc: nel dicembre 2017 è stato emesso un bando, prorogato poi fino al 31 dicembre 2019 per le domande di contributo, che riconosce alle Amministrazioni con popolazione > 50.000 abitanti un sostegno economico di 7 milioni di €.

Immagino, e spero vivamente, che il Comune di Siena abbia fatto domanda.


Michele Pinassi

Blogger, appassionato di tecnologia, società e politica. Attualmente Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena ed esperto di sicurezza informatica nello staff del DPO. Utilizza quasi esclusivamente software libero.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: