Aumentano a Siena le visite di idoneità sportiva, ma a che prezzo ?

Attenzione ! Questo articolo è stato scritto più di due anni fa. Ti prego quindi di considerare che le informazioni riportate potrebbero non essere aggiornate o non più valide.

Apprendo con soddisfazione la notizia dell’aumento dei praticanti di attività sportiva anche nella nostra città. Dimostra, questo dato, la maggiore attenzione verso la salute ed il benessere psicofisico dei cittadini senesi, che hanno -a differenza di altri- la fortuna di vivere in un contesto che offre molteplici discipline sportive amatoriali e agonistiche.

Tuttavia l’occasione mi porta a voler sottolineare un punto troppo spesso ignorato o sottaciuto: i costi per il rilascio delle certificazioni mediche, soprattutto quelle agonistiche. E’ bene infatti che i cittadini senesi (ma riguarda tutti i residenti in Toscana) sappiano che il costo del certificato medico-agonistico è definito dalla Regione. Anche se nel 2006 il decreto Bersani aveva liberalizzato le tariffe nella speranza di abbattere i costi, ancora oggi sul costo dell’abilitazione alla pratica sportiva agonistica (ma lo stesso vale per il certificato per  Attività Ludico-Motoria) esiste una vera e propria “giungla”: praticando attività sportiva da molti anni, credo di aver sperimentato quasi tutte le casistiche previste.

L’esperienza più costosa, e frustrante, è stata quella che ho affrontato avvalendomi delle strutture pubbliche: tempi di prenotazione lunghissimi e l’analisi delle urine da fare almeno una settimana prima presso il CUP. Il costo, manco a dirsi, il più alto: 130€.

Ho poi anche sperimentato la visita presso un centro privato della nostra città: tempi di prenotazione molto più veloci (intorno alla settimana) e tutto, compreso l’analisi delle urine, fatto al momento. Il costo decisamente più basso che alla USL: 102€.

Ho poi scoperto che il tariffario varia da regione a regione e che, in Umbria, il costo è tra i più bassi d’Italia. Così, dopo una veloce indagine sui centri che rilasciano tali idoneità nella vicina verdissima Regione Umbria, ho scoperto che avrei quasi dimezzato il costo del certificato affrontando poco più di 100km di autostrada: 55€ per la visita, completa di ECG a riposo e sotto sforzo, per ottenere l’Idoneità Sportiva Agonistica valida su tutto il territorio nazionale. Riuscendo ad accordarsi con altri amici, anche il costo per la benzina si ammortizza notevolmente con un conseguente bel risparmio per tutti.

La mia, sia chiaro, è solo una testimonianza di una delle tante assurdità del nostro Paese: da un lato si cerca di incentivare la pratica sportiva ma dall’altro si attuano politiche tariffarie che non tutti i cittadini possono permettersi ! Ed è bene sottolineare, nel caso ce ne fosse la necessità, l’importanza di sottoporsi al controllo periodico da parte di un medico per escludere eventuali fattori di rischio o patologie: sono dell’opinione che non solo tali visite dovrebbero essere incentivate il più possibile (prevenzione) ma che anche il loro costo sia accessibile e, soprattutto, uniformato a livello nazionale.

PS: La foto di copertina è stata scattata in occasione dell’evento “Velocissimi !” nell’ambito del Siena Sport Weekend.

Michele Pinassi

Blogger, appassionato di tecnologia, società e politica. Attualmente Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena ed esperto di sicurezza informatica nello staff del DPO. Utilizza quasi esclusivamente software libero.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: