youtube-dl bloccato su GitHub per violazione del Copyright

“L’assurdo nasce dal confronto fra la domanda dell’uomo
e l’irragionevole silenzio del mondo.”
Albert Camus

Come un fulmine a ciel sereno, due giorni fa è stata inviata a GitHub una segnalazione di violazione della legislazione sul Copyright e tutela del diritto d’autore su youtube-dl, la popolare applicazione a linea di comando per scaricare video e materiale multimediale da svariati siti, tra cui –appunto– Youtube. Ma anche da Twitter, Facebook, Reddit, Vimeo

Dal sito ufficiale del progetto youtube-dl.org

youtube-dl è uno strumento potentissimo, che permette di usufruire -anche legittimamente– del materiale multimediale presente in Rete, superando spesso difficoltà e limitazioni tecnologiche che ne impedirebbero, altrimenti, la consultazione.

Sulle distribuzioni GNU/Linux più diffuse potete installare youtube-dl semplicemente digitando:

(Debian/Ubuntu) apt install youtube-dl
(Python PIP) pip install –upgrade youtube-dl

Come ho sottolineato, parliamo di uno strumento. E trovo personalmente insensato utilizzare gli esempi inclusi nella documentazione del codice sorgente per giustificarne il blocco.

Indeed, the comments in the youtube-dl source code make clear that the source code was designed and is marketed for the purpose of circumventing YouTube’s technological measures to enable unauthorized access to our member’s copyrighted works

Dall’atto di violazione del copyright, “DMCA takedown”, inviato dalla RIAA

Comprendo che i portali di distribuzione multimediale, come quelli sopra citati, monetizzano anche grazie alla pubblicità visualizzata dagli utenti che visitano le loro pagine, alla ricerca di video e altro materiale. Capisco anche che permetterne lo scaricamento possa, in qualche modo, danneggiarli sia economicamente che –soprattutto– perdere il controllo su chi e come usufruisce di tale materiale.

Tuttavia visualizzare un video sul proprio browser già tecnicamente significa “scaricarlo”: si tratta solo di permetterne lo scaricamento al browser oppure a una utility come youtube-dl (che talvolta automatizza semplicemente il lavoro che si potrebbe fare, manualmente, analizzando il traffico di rete e usando wget).

Potrebbero esserci state delle leggerezze, da parte degli sviluppatori di youtube-dl. Tra cui l’uso di esempi di utilizzo “discutibili” e inopportuni, che hanno probabilmente dato Ma questo può bastare a bloccare l’accesso al repository GitHub dello strumento?

Tuttavia, come sempre è avvenuto nella storia della Rete (ma, in generale, avviene anche nel mondo fisico), questo blocco è un po’ come tentar di arginare un fiume con le mani: sono già nati decine di nuovi repository, fork del codice originale, su altre piattaforme.

Sicuramente, la decisione di GitHub di chiudere il repo dietro una segnalazione della RIAA rappresenta un preoccupante precedente su cui tutta la comunità open-source dovrà riflettere.

0 Condivisioni
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.