Due appunti su “Siena and Stars 2014”

Attenzione ! Questo articolo è stato scritto più di due anni fa. Ti prego quindi di considerare che le informazioni riportate potrebbero non essere aggiornate o non più valide.

Ieri sera sono andato con mia moglie a vedere lo spettacolo dei Sonics in Piazza Duomo, a Siena. Niente da dire sull’esibizione: bravissimi tutti e bellissima performance. Ed anche se la mia sensibilità artistica è pari a quella di una cementegola, mi sento comunque di consigliarlo.

Tuttavia (e qui già sento il classico brusio di quando uno si prepara a fare qualche critica) vorrei puntualizzare alcuni piccoli aspetti dell’organizzazione relativa dell’evento da parte di “Siena and Stars ’14“.

2014-07-22 09.20.01In primo luogo la disposizione del palco: non ho idea se era possibile spostarlo in altra posizione per motivi tecnici ma la scelta è stata piuttosto infelice, soprattutto per chi ha scelto di acquistare il posto in gradinata. Inoltre, in uno spettacolo di questo tipo, la qualità dell’illuminazione è importante: non era possibile, a tal proposito, spegnere per 2 ore la potente luce sul Palazzo della Provincia, che illumina la torre del Duomo, e le due luci all’ingresso del Museo dell’OPA ?

Un appunto anche sui biglietti: sul sito web della rassegna erano indicate le tre opzioni: sedie prime file, sedie seconde file, gradinata. Peccato che era possibile acquistare, in prevendita (su Boxol e TicketOne ma anche direttamente presso il Corsini Dischi, in Piazza Matteotti), solamente le prime due opzioni: la gradinata non era contemplata. Anche chiamando il numero indicato sul volantino per le informazioni (0577-280545), l’addetto –se pur gentile– non è stato in grado di darmi informazioni adeguate relative all’acquisto dei posti in gradinata, consigliandomi di recarmi direttamente alla biglietteria la sera stessa, poco prima dello spettacolo, senza tuttavia darmi alcuna certezza né della disponibilità né della possibilità stessa di acquistarli.

Il biglietto con i diritti di "prevendita"

Il biglietto con i diritti di “prevendita”

Comunque, anche a beneficio della collettività, è possibile acquistare i biglietti delle gradinate direttamente alla biglietteria in Via del Capitano (presso la “Galleria d’Arte Palazzo del Capitano”, il negozio di quadri davanti al Palazzo della Provincia, dalle ore 19:00 in poi solo nei giorni degli spettacoli), che comunque alla mia osservazione in merito all’indisponibilità di tale opzione in prevendita, non hanno saputo fornire alcuna spiegazione.

Una ultima osservazione: ma se io acquisto i biglietti direttamente alla biglietteria dello spettacolo, perché sono tenuto a versare i diritti di prevendita ? Insomma, a prescindere dal prezzo, ho difficoltà a capirlo: prevendita dovrebbe indicare una vendita antecedente lo spettacolo, da farsi per avere la certezza di potervi partecipare. Ma se io mi reco sul posto, che senso ha ? Ho fatto la stessa domanda alla cassiera che mi ha risposto con una pseudo-supercazzola giustificando il tutto con “la necessità di fondi per gli artisti“. Bene, accetto la motivazione ma non ne comprendo comunque il modo: non sarebbe più logico chiamarlo “contributo” oppure integrarlo direttamente nella fee di acquisto ?

Per concludere, tra gli sponsor della manifestazione spicca l’assenza della Banca MPS, soppiantata anche questa volta dalla Banca CRAS: è da queste piccole cose che si capisce come il legame storico (centenario) tra la Banca e la città è ormai concluso.

Michele Pinassi

Nato a Siena nel 1978, dopo aver conseguito il diploma in "Elettronica e Telecomunicazioni" e la laurea in "Storia, Tradizione e Innovazione", attualmente è Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena. Utilizza quasi esclusivamente software libero. Dal 2006 si occupa di politica locale e da giugno 2013 è Consigliere Comunale capogruppo Siena 5 Stelle.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: