Vecchio hardware

Ricordo ancora quando acquistai il mio primo PC: un Olivetti P75 con 750MByte di hard disk. Era il 1992, se non sbaglio. E da qualche parte in cantina ho ancora il mio mitico Amiga 600. Poi cambiai il PC, passando ad un midi-tower assemblato da me. Spesi ben 250€ per una Matrix Mistique 220, il top delle schede video dell’epoca. E ricordo che chiesi un Iomega Zip in regalo ai miei genitori. Ricordo le nottate passate ad installare Windows 98 da floppy disk ed i primi MP3, faticosamente scaricati con il modem a 33.6kbps. Ricordo quando 16MByte di RAM erano tantissimi ed un HD da 1 Giga un sogno proibito. Ho ancora il mio primo portatile, un Toshiba Satellite 1640CDS, perfettamente funzionante.

Il mondo dell’informatica è in continua evoluzione ed hardware sempre più potente a costi sempre più contenuti prende il posto dei vecchi PC. Smaltire il vecchio hardware, magari ancora funzionante, è oneroso anche perchè riciclare è difficile e si rischia di inquinare l’ambiente con sostenaze pericolose come piombo, rame e mercurio.

C’è chi prova a vedere i vecchi monitor e stampanti ma i prezzi di mercato sono talmente bassi che spesso neanche ne vale la pena ! E allora ? Che fare ?

Beh, in cantina ho un bell’assortimento di vecchio hardware, magari PC recuperati accanto a cassonetti e perfettamente funzionanti, anche se lenti. Alcune idee interessanti sono:

  • Lettore MP3: basta un HD da qualche giga ed un vecchio Pentium ! Ovviamente Linux è la scelta migliore (e quasi obbligata) per poter usare proficuamente il sistema
  • Multimedia BOX per la TV: un lettore DVD, una distro Linux con mplayer, un processore Pentium 3 >= 800MHz, qualche giga di HD ed una scheda video con uscita TV
  • Muletto per Torrent/Proxy server per casa/Server di posta: sempre con Linux…scatenate la fantasia !!!
  • PC da auto, o CarPuter

Se proprio non volete perder tempo a giocare con il vecchio hardware potete sempre DONARLO al LUG locale che, magari, lo riciclerà per donarlo a qualche scuola o istituto. Lo SLUG, ad esempio, qualche anno addietro allestì un LIL (Laboratorio Informatica Libera) con vecchi PC e sistema operativo Linux. Attualmente stiamo cercando di mandare hardware funzionante in Togo per un progetto di informatizzazione.

Insomma, evita di buttare nel cassonetto…ricicla !!!

(Visitato in totale 18 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.