Telefoni VoIP: l’evoluzione continua

Il telefono, anche se ad oltre 100 anni dalla sua invenzione, continua ad essere un elemento predominante nella nostra vita e della nostra società. Probabilmente è una delle invenzioni che, pur essendo sorpassata tecnologicamente da idee più innovative (pensiamo, ad esempio, alla videochat), è rimasta immutata negli anni: parlare al telefono non invade troppo la nostra privacy (quante volte abbiamo parlato con amici/parenti/colleghi magari in situazioni imbarazzanti ?) ma ci permette di comunicare in maniera efficace e diretta, ben oltre il freddo testo delle e-mail, grazie alla modulazione ed all’intonazione della voce.

L’introduzione, negli anni ’80, della possibilità di telefonare in mobilità (con i cosiddetti “telefonini cellulari“) ha diffuso ancora di più questo servizio, favorendo l’evoluzione tecnologica e la ricerca in questo settore.

Il VoIP è stato, per il telefono, il next-step dell’evoluzione tecnologica: la voce non veniva trasmessa in forma “analogica” ma, digitalizzata, percorre le medesime strade della trasmissione dati, con la possibilità di introdurre tutta una serie di servizi “avanzati” grazie a devices sempre più evoluti e completi.

Inoltre sono sempre di più gli operatori che forniscono servizi full-ip (come Trunk VoIP puri: ToIP) su fibra o cavo, oltre alla novità (piuttosto recente) di operatori mobile che permettono chiamate VoIP su 3G (articolo su Wired), anche grazie all’introduzione sul mercato di modem 3G come quello che vi ho descritto qualche mese fa (Huawey E5331).

Proprio per i telefoni VoIP, l’attuale state-of-the-art è l’unione del cordless con la tecnologia voice-over-ip: sono stati messi in commercio diversi telefoni cordless, tra cui alcuni interessanti modelli della ditta tedesca “Gigaset”, che offrono la possibilità di utilizzare, indistintamente, la tecnologia legacy “POTS” (il doppino telefonico) oppure il VoIP.

Il vantaggio della tecnologia VoIP è l’estrema flessibilità, con la possibilità reale di abbattere i costi del servizio telefonico (ad esempio, attivando una semplice ADSL invece della linea fonia oppure una chiavetta 3G, eventualmente con un router WiFi) e del traffico. E con l’introduzione di apparecchi evoluti, è finita definitivamente l’era della “cuffietta” e di “Skype” !

 

 

(Visitato in totale 13 volte, oggi 1 visite)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.