Una pagina Facebook non può sostituire un sito web

Attenzione ! Questo articolo è stato scritto più di due anni fa. Ti prego quindi di considerare che le informazioni riportate potrebbero non essere aggiornate o non più valide.

“Narciso ha una pagina Facebook.
C’è solo il tasto «mi piaccio»”

Alcuni stanno spostando la loro attenzione per la promozione dei loro servizi e prodotti verso Facebook. In particolare, dopo aver già parlato di come le Pagine di Facebook possano rappresentare uno strumento adeguato, su questa piattaforma, per promuoversi, vorrei sottolineare che queste non sono adeguate a sostituirsi al buon vecchio “caro” (in qualche caso) sito web.

Lo sappiamo: una pagina Facebook, magari fatta in casa la sera dopo cena caricando 4 foto e invitando gli amici, è gratis. A differenza del sito web, per il quale vengono richieste cifre talvolta esose che non si riesce a giustificare con i risultati in termini di fatturato. Ma se ancora credete che “la pubblicità è l’anima del commercio“, dovreste chiedervi se la vostra impresa, azienda, negozio o servizio vale così poco da non meritare neanche una vetrina nel mare magnum del web.

Ah, se non conoscete la differenza tra Facebook e il web …beh, è come noleggiare una bella e fiammante Ferrari senza però uscire dal piazzale di casa: qualcuno di voi sarebbe così sciocco da non approfittarne per un bel giro in centro ? 

Già, perché Facebook non è il Web. Facebook non è Internet e se pur con i suoi miliardi di utenti iscritti (tra l’altro, sarebbe interessante capire la percentuale di profili fasulli), non può in alcun modo sostituirsi ad un sito web ben fatto, veloce, accessibile e capace di comunicare adeguatamente la vostra realtà imprenditoriale senza necessariamente quella barra blu in alto a supervisionare tutto quello che vi accade.

E poi, una pagina Facebook non basta crearla: deve essere alimentata, gli utenti debbono essere fidelizzati e comunque, in ogni caso, è sempre bene pubblicare contenuti che rimandano al proprio sito web (tra l’altro, ci sono strumenti proprio per fare questo, come Jetpack per WordPress). Non basta mettere il logo aziendale e due foto del capannone per attrarre nuovi clienti. E non credete a chi vi dice questo: semplicemente sta mentendo o non ha idea di cosa sta parlando.

Con questo non voglio dire che le pagine FB sono inutili: tutt’altro, sono strumenti essenziali per una comunicazione d’impresa efficace ed attuale. Ma la propria Pagina su Facebook è sono una appendice dello strumento più importante: il vostro sito web.

Questo ragionamento ovviamente vale anche per tutte quelle realtà non propriamente commerciali, dal personal branding alla comunicazione politica: la pagina Facebook come strumento di aggancio con il social network, raggiungendo quella fetta di utenti che difficilmente digiterà su un motore di ricerca le vostre keyword migliori o il vostro sito web. Ma se pubblicherete contenuti utili, che gli utenti apprezzeranno e condivideranno, ecco che le visite al vostro sito (ed al vostro business) aumenteranno come per magia…

Michele Pinassi

Nato a Siena nel 1978, dopo aver conseguito il diploma in "Elettronica e Telecomunicazioni" e la laurea in "Storia, Tradizione e Innovazione", attualmente è Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena ed esperto di sicurezza informatica nello staff del DPO. Utilizza quasi esclusivamente software libero.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: