Occhio alla truffa! La patente di guida in 7 giorni senza esame

Nella truffa l’importante è che nessuno si faccia male: peccato che succeda sempre.

Non mi sarei aspettato che in un normale e caldo lunedì di Luglio spuntasse fuori una nuova truffa. “Nuova” per modo di dire, ovviamente, perché offerte fraudolenti di patenti di guida esistono da anni, ma è impossibile non restare quantomeno affascinati dall’inventiva e capacità di esplorare nuove tecniche e strategie dei truffatori.

Via Telegram, la piattaforma di chat che permette di contattare gli utenti senza mostrare loro il numero di telefono, ricevo questo messaggio:

Puzza di truffa lontano un miglio, ovviamente, ma mi ha incuriosito che arrivassero a spacciarsi per la “Prefettura di Bari“, seppur fornendo un numero di contatto WhatsApp francese (+33).

Decido di provare a “cadere nel tranello”, per scoprirne di più:

Che carino! Si è pure premurato di chiedermi se ho “una buona abilità di guida”. Certo che si, e con soli 650 euro (350 subito e 300 dopo) potrò avere comodamente e senza impiccio la patente di guida per l’auto.

Ma come pagare? Beh, ovvio: attraverso la classica ricarica PostePay, di cui forniscono immediatamente i riferimenti.

a cui segue l’elenco dei dati necessari per “avviare la produzione”:

Mi pare ovvio che non ho dato minimamente seguito a nessuna di queste richieste. E, sempre ovviamente, invito tutti a non dare MAI SEGUITO, per alcun motivo, a richieste simili provenienti da e-mail, chat o social.

Qualcuno potrebbe stupirsi della banalità della truffa descritta ma, del resto, se queste truffe esistono è anche perché qualcuno ci casca, magari fidandosi dei toni gentili e delle referenze indicate.

Le moderne tecnologie hanno reso truffe simili molto economiche: non ha praticamente alcun costo aprire migliaia di chat con altrettanti utenti e sperare che almeno qualcuno cada nel tranello, ripagando velocemente degli sforzi. La storia recente, del resto, è infarcita di truffe incredibili (come le BEC) che hanno avuto successo con una banalità stupefacente: per questo è necessario essere sempre ben accorti e non fidarsi mai di chi, protetto dall’anonimato dello schermo, vorrebbe spacciarsi per chissà chi.

Occhio, quindi, alle offerte straordinarie a prezzi stracciati o, peggio, a proposte palesemente illegali come questa.

Questo articolo è stato visto 10 volte (Oggi 1 visite)

Hai imparato qualcosa di nuovo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.