Sabato 16

Il primo giorno di vacanza è praticamente solo per il viaggio. Abbiamo l'aereo alle 17:20 a Pisa e partiamo da casa dopo pranzo, dopo aver preparato i bagagli la mattina. Ma poteva andare tutto bene ? Ci mancherebbe altro...NO ! A Pisa infatti, alle 17.30, era previsto uno spettacolo delle Frecce Tricolori e così tutti i voli, compreso il nostro, sono stati rimandati di 1h e mezzo !!!! La cosa peggiore è che prima ci han fatto salire in aereo e poi...hanno dato la lieta novella, senza poter più scendere nè muoversi !

Ryanair si è sprecata offrendoci UN BICCHIERE D'ACQUA (però potevi scegliere se gassata o liscia).

Alla fine decolliamo, alle 19, ed arriviamo a Siviglia alle 23 e qualcosa. Prendiamo il pullman che collega l'aereoporto con il centro città (ogni 30 minuti, 2€ il biglietto invece dei 25€ necessari con il taxi) e, ovviamente, sbagliamo fermata così che ci troviamo in un posto sperduto nella periferia di Siviglia !
Stanchi ed abbattuti, fermo un taxi ed in 10 minuti (e 5€) siamo a 100mt dall'albergo: l'Hotel Abril, che si trova in zona pedonale. Dobbiamo fare 50mt a piedi ed il tassista ci indica la via.
L'hotel, prenotato tramite Internet, è carino anche se la camera assegnata è senza finestre :-(. Ho scelto questo albergo per la posizione abbastanza centrale e la colazione inclusa nel prezzo. Il personale è gentile e disponibile e parla inglese. Spendiamo, in due, 174€ per 3 notti.

Highslide JS Distrutti, raggiungiamo la stanza, posiamo le valigie ed usciamo per mangiare qualcosa. La tipa alla reception ci consiglia di andare in una taberna lì vicino ma è piena così ci fermiamo lì vicino, al Rincon di Anita dove, con acrobazie linguistiche non indifferenti, riesco ad ordinare qualcosa. Il tipo ci porta subito la mia birra, l'acqua ed un cestino con 1 panino ed un sacchettino di sottospecie di tarallini. Io e Carmen ci guardiamo con aria interrogativa: "ma questo sarebbe il pane ?". Guardo sugli altri tavoli e la situazione è analoga: quà il pane mi sà che non usa molto ! Il panino è insacchettato in una bustina di carta con scritto "Horno San Buenaventura", come se fosse merce preziosa: boh !
Dopo un pò ci portano un piatto con pomodori verdi, del pesce fritto e della carne: sono buonissimi, peccato manca il pane !!!!


Barcollando dalla stanchezza, ci trasciniamo in albergo e collassiamo sul letto.

Continua...