Posts By: Michele Pinassi

Nato a Siena nel 1978, dopo aver conseguito il diploma in "Elettronica e Telecomunicazioni" e la laurea in "Storia, Tradizione e Innovazione", attualmente è Responsabile del Sistema telefonico di Ateneo presso l'Università degli Studi di Siena. Utilizza quasi esclusivamente software libero. Dal 2006 si occupa di politica locale e da giugno 2013 è Consigliere Comunale capogruppo Siena 5 Stelle. You can find Michele on , and .

on in VoIP e telefonia

Per motivi che devo ancora capire, al rientro dalle ferie natalizie tutti i telefoni VoIP SNOM mod. 710 della nostra rete telefonica erano bloccati sulla scritta “SNOM”. Anche spegnendo e riaccendendo il terminale, il telefono rimaneva bloccato sulla medesima scritta, senza dare alcun altro segno di vita. Anche un ripristino delle impostazioni di fabbrica, possibile...

Articolo completo
on in Società

Se mi chiedessero di citare un oggetto in voga adesso, che mi ha colpito, indubbiamente risponderei “il bastone da selfie !“. Centinaia di venditori abusivi ambulanti affollano le strade delle nostre citta e le nostre spiagge cercando di vendertelo, a qualunque prezzo (2-5€). È anche il nuovo status symbol del “gazzilloro”, sempre concentrato a farsi...

Articolo completo
on in Politica Società

Non ho mai amato i messaggi di fine anno: hanno lo sciapo sapore dei bilanci consuntivi che, come spesso accade, dimostrano solo che si sarebbe potuto fare meglio e di più. Sono un tramonto di fine anno: bellissimo ma, come il sole che cade dietro le colline, è malinconico e triste. L’alba del nuovo anno...

Articolo completo
on in Società Varie

Quando si avvicina il periodo natalizio il mondo intorno a me, improvvisamente, sembra come impazzire. L’attività frenetica preferita nel mese di Dicembre è la ricerca del “regalo perfetto” da incartare e piazzare sotto l’albero, in attesa che venga scartato e, con gioia più o meno simulata, si riceva un “grazieeeeee !!!!“. Natale, ormai da molti...

Articolo completo
on in Società

Andare dal medico di famiglia è sempre una esperienza sociale interessante. In genere, la quasi totalità degli astanti è ultrasessantenne, se non proprio ottanta/novantenni (che oramai rappresentano una discreta fetta della popolazione locale), intenti a discutere tra loro delle varie patologie e medicine, citando con un velato orgoglio la lista dei medicinali che assumono, come...

Articolo completo